Search

È nato Instagram TV

L’ultima novità di Instagram introduce nell’app che ha appena superato il miliardo di utenti attivi al mese una nuova sezione dal nome “Instagram tv”.

PRIMA

Instagram Stories, ovvero la possibilità per gli utenti di scattare o caricare foto e video come attimi rappresentativi della propria giornata, è stata una rivoluzione della piattaforma più famosa al mondo di photo sharing ma presentava un grande limite: le Storie venivano eliminate automaticamente dopo 24 ore. Implementando la possibilità di caricare video brevi di 15 secondi Instagram ha spazzato via dal mercato il concorrente Snapchat ed ora per il gigante Facebook è il momento di passare all’assalto di uno storico avversario: YouTube del gruppo Google (che ha comunque appena lanciato il nuovo servizio streaming YouTube Music e YouTubePremium e la nuova la YouTube Creative Suite per l’analisi dei video).

ADESSO

Instagram tv, abbreviato con “IGTV”, è un’intera nuova sezione che ci permette di creare un profilo personale (lo stesso di Instagram) dove possiamo caricare video (in verticale) con una durata massima di 10 minuti o fino ad un’ora solo per chi dispone di un profilo verificato.

IGTV si trova come icona, posta a sinistra della chat, oppure è scaricabile come se fosse una App indipendente.

instagram tv IGTV aicod

COME FUNZIONA

Al contrario delle storie, IGTV non ci permette di creare un video direttamente dalla piattaforma social ma ci obbliga a caricarlo successivamente alla ripresa. In questo modo il video non è più un attimo, spesso poco interessante, della propria vita, ma è un tempo pianificato ed editato in modo che possa attirare e mantenere l’attenzione fino alla fine del video.

Nel momento in cui accediamo alla sezione IGTV, come se fosse una televisione vera e propria, si avviano i video degli utenti che seguiamo, suggerimenti scelti per noi in base ai nostri follower e gusti personali ed ovviamente i video del momento; per cambiare categoria e cambiare canale basta scorrere verso destra. Le semplici funzionalità sono completate da una barra di ricerca che ci dà la possibilità di trovare account o video che ci interessano.

00

CONSEGUENZE

Con questo ultimo aggiornamento Instagram sfida YouTube.

La principale differenza tra i due è la disposizione di schermo e video in verticale rispetto alla classica visualizzazione orizzontale di YouTube: IGTV è infatti pensato, al momento, esclusivamente per mobile e per una fruizione veloce, rapida e di uso quotidiano.

La conseguenza principale di questo nuovo sviluppo sarà che gli utenti confluiranno, sia a livello di presenza che di contenuti originali generati ad hoc per la piattaforma, su IGTV, relegando YouTube a un mondo più istituzionale, fatto di brand e grandi nomi della comunicazione di massa. Immagini, Storie, brevi video ed ora un vero e proprio canale televisivo privato, oggi l’utente di Instagram ha praticamente ogni aspetto della comunicazione digitale a disposizione in un’unica app dal semplice utilizzo e dalla larga fruizione, sicuramente un bel colpo per il più complesso e macchinoso YouTube.

ALCUNI ESEMPI DI UTILIZZO

le aziende ora possono caricare le proprie pubblicità direttamente sul canale e condividere il link ovunque vogliano: sulle storie, sulla bio, su piattaforme esterne ecc.

Per i profili travel è arrivato ciò che aspettavano da tanto: ora possono caricare i propri vlog all’interno del proprio canale. 15 secondi erano veramente troppo pochi per raccontare al meglio un’esperienza di viaggio.

Gli influencer, di qualsiasi campo, possono ora presentare i prodotti più nello specifico, provando e testando direttamente alcuni di questi articoli (abiti indossati, prova trucco, test creme ecc.)

I food blogger hanno ora la possibilità di creare e spiegare ricette o semplicemente di dare opinioni più approfondite.

In generale, i messaggi importanti, come di prevenzione o aiuto, non devono più essere divisi in piccole storie nella quale si perdevano visualizzazioni e interesse. La comunicazione diventa continuativa con un inizio e una fine ben definiti.

Insomma sono molte le nuove possibilità offerte da questa nuova app, che per noi in Aicod diventano altrettante nuove frontiere da testare per poter rendere sempre più efficienti i nostri servizi di marketing digitale.