Search

Instagram Shopping

Perché Instagram ha deciso di puntare sullo shopping?

Per molti motivi, principalmente perché su Instagram la strategia dei contenuti proposti è in linea con i gusti e gli interessi degli utenti e perché i contenuti visual e grafici, in generale le belle immagini sono in grado di influenzare la preferenza di acquisto dell’utente. Utente che però pare essere talvolta in difficoltà: Instagram, sapendo che molti dei suoi utenti che vedono sulla piattaforma un prodotto e lo desiderano, escono dalla piattaforma stessa e lo cercano sul web. Bene, solo il 21% degli acquisti si realizza nel giro di un giorno, mentre di tutti gli altri non si ha la certezza dell’acquisto.
Con Instagram Shopping possono oggi vedere il prodotto, cliccare sul suo tag e decidere di acquistarlo comodamente senza nemmeno uscire dall’applicazione. Potente vero?

Ma come possiamo gestire al meglio il nostro account Business per approfittare di questa relativamente nuova feature?

00

Guida all’utilizzo di Instagram Shopping

In generale lo shopping tramite fanpage è possibile solo se la nostra azienda vende beni fisici, deve essere collegata a un account Instagram di tipo aziendale e infine deve esserci un catalogo Facebook opportunamente creato.
Inoltre, è necessario aggiornare l’applicazione Instagram all’ultima versione.

I tuoi canali possiedono tutte queste caratteristiche? Bene allora sei quasi pronto. Quasi, perché c’è un’altra cosa da tenere in considerazione prima di poter creare i tuoi tag, ovvero l’approvazione per lo shopping di Instagram.

Accedi al tuo profilo Instagram e clicca sull’avviso Inizia nella parte superiore. Se non vedi l’avviso niente paura, vai in Impostazioni Business Manager (⚙), Shopping, Continua e seleziona uno dei tuoi cataloghi (in uno dei formati richiesti o dalla vetrina). Una volta destinato tutto questo, Fine.

Se non vedete l’icona Shopping, probabilmente il tuo account non è ancora stato approvato. Il processo di analisi può richiedere pochi giorni, in altri casi si rende necessario da parte di Facebook un controllo più approfondito e richiedere decisamente più tempo.

Una volta che il nostro account è finalmente approntato, possiamo taggare i prodotti con la classica modalità a cui Facebook ci ha abituati. Le fotografie dei prodotti (che vedremo su Instagram) possono essere modificate, si possono aggiungere filtri come nella migliore tradizione di Instagram, ma attenzione alle limitazioni: puoi modificare o eliminare i prodotti taggati nei post solo se sono post a immagine singola. Quelli con più immagini non possono essere modificati nemmeno per quanto riguarda i tag dopo la pubblicazione. Inoltre, è bene sapere che se si elimina un prodotto dalla vetrina, tutti i tag ad esso collegati saranno cancellati, così come le preziose statistiche e gli insight.

I cataloghi di cui abbiamo parlato all’inizio possono essere creati direttamente nell’ambiente Facebook come prodotti in vetrina oppure integrando direttamente da Shopify o BigCommerce. Anche una normalissima lista in .csv opportunamente formattata, può fare al caso nostro.

Avete fatto tutto sino qui? Bene, non vi resta che procedere normalmente alla condivisione sulla vostra bacheca dell’offerta del giorno!

(Nella foto un annuncio Instagram Shopping di Protoguitars)

00